A che punto hai deciso di diventare un personal trainer?

A che punto hai deciso di diventare un personal trainer?

2. Fissa un appuntamento. Ok, potremmo non andare dal dottore, ma molti di noi possono facilmente trovare una scusa per saltare la drogheria se non ci impegniamo ad andare. Prova a trovare un giorno alla settimana in cui andare al negozio può diventare un rito settimanale. Scegli un giorno che ha più senso per te. È comprensibile che la vita accada e che gli orari cambino, va bene! Per la maggior parte, se rimaniamo coerenti con il nostro appuntamento con la spesa, diventa abituale e richiede sempre meno tempo della nostra giornata.

3. Avere una tabella di marcia. Non c’è bisogno di andare online e trovare la planimetria del tuo negozio locale, ma idealmente avere un’idea di dove stai andando nel negozio. La maggior parte della spesa salutare verrà effettuata lungo il perimetro del negozio. Se dovessi visualizzare la maggior parte dei principali negozi di alimentari, i prodotti, i latticini e le carni si allineano alla periferia. Qui è dove dovrebbe essere speso la maggior parte del tuo tempo. Va bene avventurarsi nel mezzo del negozio per trovare cose come condimenti, burro di noci e avena, ma fai attenzione quando fai acquisti tra i corridoi perché è facile distrarsi e acquistare oggetti non necessari (continua a fare riferimento alla tua lista!).

4. Non andare su E. Per quanto semplice possa sembrare, è bene avere lo stomaco pieno quando si va al negozio. Non solo è difficile concentrarsi quando lo stomaco brontola, ma la probabilità di allontanarsi dalla lista della spesa è molto maggiore.

5. Gestisci la tua spesa. Quante volte hai comprato prodotti freschi e carne all’inizio della settimana, solo per scoprire che entro la fine della settimana la carne è scaduta o il prodotto è appassito? Non preoccuparti, ci sono un paio di modi per aggirare questo. Innanzitutto, pianifica di preparare il cibo dopo il viaggio dal negozio di alimentari. Tagliare le verdure, marinare la carne o imballare i contenitori per la conservazione per l’inizio della settimana può non solo aiutare a risparmiare tempo, ma può anche aiutare a prevenire lo spreco di cibo. In secondo luogo, congela parte di ciò che hai acquistato. Ad esempio, se so che https://prodottioriginale.com/varicobooster/ sarò fuori città per una parte della settimana, ridurrò alcuni dei prodotti che acquisto normalmente e congelerò metà della carne che ho acquistato. Infine, acquista anche prodotti surgelati. Ciò fornisce alcune opzioni salutari che non andranno sprecate così rapidamente.

Spero che questi siano stati utili e che ti tengano in linea con i tuoi obiettivi di salute e fitness! Buona fortuna al negozio questa settimana!

Il Brazilian Jiu Jitsu è un’arte marziale che si concentra su proiezioni, takedown, prese e basi. Enfatizza le serrature articolari applicate a braccia, spalle, gambe e caviglie, nonché l’uso di strozzature che possono essere applicate da varie posizioni e utilizzando diverse parti del corpo. Il seguente allenamento è composto da diversi movimenti che vengono tradizionalmente utilizzati durante il riscaldamento prima delle parti di istruzione e di pratica dal vivo di una lezione di Jiu Jitsu. Gli esercizi e le esercitazioni utilizzati durante il riscaldamento sono selezionati in base a come preparano il corpo per le tecniche che verranno insegnate e praticate durante la lezione.

Anche se non ti stai preparando per la tua prossima lezione di Jiu Jitsu, questi esercizi possono essere utilizzati per un ottimo allenamento o come un modo per aggiungere un po’ di varietà a un programma di allenamento esistente.

Riscaldamento: esegui ogni esercizio per 30 secondi seguiti da 30 secondi di riposo.

Ginocchio alto in esecuzione

Correre sul posto con un’enfasi sulla flessione dell’anca portando le ginocchia fino a colpire i palmi delle mani.

Butt Kickers

Correre sul posto con enfasi sulla flessione del ginocchio portando i talloni ai glutei.

Sollevamento

affondi

Jumping Jack

Allenamento: esegui ogni esercizio per 30 secondi alla massima intensità con cui ti senti a tuo agio, seguito da un periodo di riposo di 30 secondi. Puoi iniziare facendo due round con un intervallo di lavoro per riposare 1:1 e poi cambiare l’intensità aggiungendo round agli allenamenti futuri. Oppure puoi cambiare i periodi di lavoro/riposo man mano che ti senti più a tuo agio con i movimenti.

Burpee/burpee a gamba singola

Questo esercizio può essere eseguito come un burpee standard oppure puoi farlo su una gamba alla volta, alternando le gambe ad ogni ripetizione. Inizia da una posizione eretta e poi abbassa le mani a terra mentre riporti i piedi in una posizione di flessione. Piega i gomiti e abbassati, quindi salta di nuovo in piedi in una posizione pronta/atletica. Questo completa una ripetizione. Questo esercizio simula la posizione distesa per difendersi da un tentativo di atterramento, quindi concentrati sul tentativo di alzarti in piedi il più rapidamente possibile.

Stand Up tecnico

Inizia in posizione eretta con le mani in posizione atletica. Accovacciati fino in fondo portando il sedere a terra, quindi rotola sulla schiena mentre porti le braccia lungo i fianchi. Da qui, siediti mentre metti una mano indietro, per spingere; guida la gamba dallo stesso lato in avanti mentre pianta il piede della gamba opposta a terra. Da questa posizione, allontanerai il piede piantato a terra e tornerai in una posizione atletica. Questo esercizio simula di essere sbattuto a terra e di usare la gamba in avanti per mantenere la distanza e rimettersi in piedi il più velocemente possibile.

Scalatore

Inizia sulle mani e sulle ginocchia con le mani leggermente davanti alle spalle. Porta un piede in avanti e posizionalo proprio sotto il petto. Sollevare il ginocchio posteriore da terra, rendendolo dritto e forte. Tieni le mani saldamente a terra e salta per cambiare posizione delle gambe. Entrambi i piedi dovrebbero lasciare il suolo mentre guidi una gamba in avanti e l’altra indietro.

Matador

Inizia in posizione seduta con un ginocchio piegato davanti al corpo e un ginocchio piegato di lato. Senza toccare le mani a terra, sposta la gamba laterale in avanti e la gamba anteriore di lato. Ripeti questo movimento in entrambe le direzioni.

Siediti

Inizia su mani e ginocchia in posizione quadrupede. Tieni le mani piantate sul pavimento mentre sali con una gamba e porta la gamba opposta verso il piede a terra. Da questa posizione trasferisci il peso dalla gamba dritta alle mani e siediti dall’altra parte spingendo il piede piantato. Questo esercizio simula l’uscita da sotto un avversario, di solito da una posizione a quattro zampe.

Fuga dal gomito

Inizia in posizione supina con le mani in posizione atletica. Piegamento laterale ai fianchi, raggiungendo le mani ai piedi. Spingi il peso sulle punte della gamba superiore e fai scivolare il corpo nella posizione di partenza; ripetere dall’altra parte. Questo esercizio simula la sostituzione della guardia se sei in sella.

Kimura Sit-up

Inizia in una tradizionale posizione seduta, con le mani incrociate sul petto. Siediti e ruota il busto per portare le mani a terra su un lato del corpo. Ruota e abbassati nella posizione di partenza e ripeti dall’altro lato.

Ginocchio sullo stomaco

Per questo esercizio, consiglio di utilizzare un pad Airex in schiuma o un cuscino. Inizia in una posizione di controllo laterale, con un ginocchio piantato sul cuscinetto di gommapiuma ed entrambe le mani piantate a terra appena oltre la parte superiore del cuscinetto. Da qui, salta da un lato all’altro sul pad, cambiando il ginocchio che hai sul pad; assicurati di tenere le mani a terra. Una chiave di questo esercizio è cercare di stare il più vicino possibile al pad in ogni momento e ridurre al minimo la quantità di tempo trascorso senza un ginocchio sul pad.

Barra da braccio da guardia

Inizia sdraiandoti sulla schiena e sollevando i fianchi da terra mentre ti pieghi su un lato. Tieni le braccia a terra per mantenere l’equilibrio e assicurati di tenere i fianchi il più in alto possibile mentre pizzichi le ginocchia. Quindi, apri le gambe il più possibile e ruota la posizione dall’altra parte, finendo con i fianchi il più in alto possibile e le ginocchia pizzicate insieme. Questo esercizio simula l’esecuzione di un bilanciere dalla posizione di guardia.

Spiderman

Inizia nella posizione abbassata di un push-up. Muovi una mano in avanti mentre muovi la gamba sul lato opposto in avanti per appoggiarla sul gomito del braccio che era rimasto nella posizione originale di push-up. Finirai in una posizione che assomiglia a Spiderman che si arrampica sul lato di un edificio. Esegui questo esercizio su entrambi i lati.

Sono passati quasi 10 anni da quando il personal trainer certificato ACE Ryan Vivar ha perso quasi 100 sterline. Ryan, che è cresciuto in una piccola città e ha lottato con l’eccesso di peso per tutta la vita, condivide la storia di come ha superato l’obesità e successivamente ha ottenuto una carriera più appagante di quanto avrebbe mai potuto immaginare.

Hai sempre lottato con il tuo peso?

Sì, ho sempre lottato con il mio peso. Ero paffuto da bambino e obeso per tutta l’infanzia e l’adolescenza. Ero 308 libbre al mio peso più pesante.

A che punto hai deciso che le cose dovevano cambiare nella tua vita?

Avevo 17 anni ed ero a un bivio. Ero stanco di essere preso in giro e di non riuscire mai a sperimentare ciò che stavano vivendo le altre persone intorno a me. A quel tempo, non volevo nemmeno andare al college a causa del mio aspetto e dei miei sentimenti, e ho capito che era un grosso problema. Il mio aspetto poteva davvero impedirmi di ottenere la mia istruzione e di avere una carriera? Sapevo che qualcosa doveva cambiare perché la vita dopo il liceo sarebbe stata molto diversa.

Quali abitudini non salutari avevi quando eri al tuo peso più pesante?

Sono cresciuto in una piccola città di circa 900 persone ed era abbastanza comune fermarsi alla stazione di servizio locale ogni giorno dopo la scuola e razziare le tasche della pizza fritta e i burritos. Mangiare troppo fino al punto di sentirmi male era la norma per me. Ricordo chiaramente di aver messo la salsa ranch su quasi tutto in quel momento.

Quali passi hai preso per iniziare a fare cambiamenti più salutari? In che modo questi cambiamenti positivi hanno influito sul tuo peso?

Fare un cambiamento non è mai facile, soprattutto quando non c’è un buon esempio. Il modo in cui ho iniziato a fare cambiamenti è stato istruirmi su uno stile di vita sano ed essere più attivo fisicamente. La prima cosa che ho fatto è stata quella di abbandonare i cibi fritti. Per quanto riguarda l’attività, sono cresciuto in una vita che alcuni considererebbero un livello di povertà, quindi entrare in una palestra era fuori discussione per me. Ho iniziato a usare come pista il campo di calcio del liceo, che era praticamente un pascolo. Ho pregato mio padre di aiutarmi ad acquistare due manubri da 30 libbre dal banco dei pegni locale, che ho ancora oggi. Col passare del tempo, ho iniziato a perdere peso e a vedere dei cambiamenti. La coerenza era fondamentale, ma ci è voluto tempo, molto tempo. Mi sono reso conto, tuttavia, che apportare piccoli cambiamenti era la risposta per mantenere il peso fuori a lungo termine.

A che punto hai deciso di diventare un personal trainer?

Dopo aver perso peso e trasformato completamente la mia vita, non ho mai pensato di fare l’allenatore. Da dove vengo io, in realtà non era qualcosa di cui si parlava spesso o si discuteva. Non è stato fino a quando ho fatto un viaggio in California che ho capito che avrei potuto avere una carriera perseguendo la mia passione. In effetti, ho aiutato il mio primo cliente, che aveva 70 anni, a perdere quasi 100 libbre. Sapevo allora che questa carriera sarebbe stata qualcosa di speciale.

Quali notevoli successi hanno avuto i tuoi clienti da quando hanno lavorato con te?

Da quando sono entrato nel campo della formazione personale sono stato in grado di aiutare i miei clienti a ottenere grandi risultati. Ho avuto la fortuna di trasformare la vita delle persone a tutte le età, dagli 8 anni agli 80 anni. La mia cliente Sherri Gamel è uno dei miei più grandi successi. Sherri, che ha una fusione al ginocchio che ha vissuto per tutta la vita, le è stato detto che sarebbe stata su una sedia a rotelle all’età di 50 anni. Dopo aver perso 90 libbre – e contando – con il mio aiuto, ora sta vivendo la vita al massimo. Ispira le persone raccontando la sua storia, dà potere a gruppi di donne e ha scritto un libro. Quando abbiamo corso la 5 km all’Oklahoma City Memorial Marathon, molte mascelle sono cadute di sicuro.

Cosa diresti alle persone che hanno obiettivi di perdita di peso, ma esitano a lavorare con un trainer?

Innanzitutto, chiederei loro cosa pensano che sia un personal trainer e se conoscono qualcuno che ha lavorato con uno. Sulla base delle loro risposte, fornirei loro istruzione e informazioni sui vantaggi di lavorare con un personal trainer certificato e su come può potenzialmente essere un’esperienza che cambia la vita.

Bruci più calorie con il caldo o con il freddo? Sembra che l’energia extra necessaria per tenerti al caldo quando ti alleni in un ambiente freddo si traduca in calorie extra bruciate. Tuttavia, l’esercizio aumenta da solo la temperatura corporea senza dover spendere più energia per farlo. Nella stagione calda, è necessario uno sforzo cardiovascolare maggiore per RAFFREDDARE il corpo, che avviene pompando sangue alla pelle per favorire la sudorazione. Pertanto, l’esercizio con tempo caldo richiederebbe effettivamente più energia rispetto all’esercizio a una temperatura vicina allo zero.

In uno studio, nove soggetti di sesso maschile hanno pedalato per 90 minuti a diverse temperature: -10 gradi Celsius, zero gradi Celsius, 10 gradi Celsius e 20 gradi Celsius. Durante le due temperature più fredde, c’era un più alto rapporto di scambio respiratorio che indicava che più carboidrati venivano usati come carburante e meno grassi venivano ossidati rispetto alle prove più calde (1). In un altro studio su otto ciclisti maschi, i soggetti hanno guidato fino allo sfinimento a quattro diverse temperature (circa 4, 10, 20 e 30 gradi Celsius). Il tempo più lungo per l’esaurimento è stato trovato a 10 gradi Celsius e il più breve a 30 gradi Celsius. Questa ricerca ha mostrato una relazione tra temperatura e capacità di esercizio con il miglior esercizio in grado di essere eseguito negli intervalli moderati con la capacità più bassa su entrambe le estremità delle temperature estreme. (2) Questi due studi suggeriscono che allenarsi a una temperatura da moderata a calda è la cosa migliore per bruciare i grassi e fare esercizio più a lungo, quindi in generale vengono bruciate più calorie.

Il freddo non aumenta il dispendio calorico a meno che, tuttavia, il corpo non inizi a tremare. Quando una persona trema, il corpo ha bisogno di lavorare di più per mantenere la termoregolazione (temperatura corporea). Secondo Nancy Clark, MS, R.D., i brividi possono bruciare circa 400 calorie all’ora e esauriscono le riserve di glicogeno e ti fanno sentire affaticato (3). In questa situazione il dispendio energetico nella stagione fredda è maggiore che nella stagione calda, ma la quantità effettiva di calorie aggiuntive bruciate a causa dei brividi dipende dalla temperatura, dalla durata dell’esposizione e dal tipo di abbigliamento.

Altri fattori possono causare aumento di peso durante i mesi invernali. Il tempo inclemente e la minore luce diurna possono ridurre l’attività. Il blues invernale, noto anche come disturbo affettivo stagionale, è correlato a bassi livelli di produzione di serotonina (l’ormone del benessere nel cervello). È stato dimostrato che mangiare carboidrati aumenta la quantità di serotonina nel cervello, che potrebbe anche essere il motivo per cui prendiamo un biscotto dopo una giornata difficile (4). Inoltre, molte persone trovano difficile resistere alle tante prelibatezze ipercaloriche che sono disponibili in abbondanza durante le vacanze.

Riferimenti:

Medicina e scienza nello sport e nell’esercizio, 34 (5), 774-779.Medicina e scienza nello sport e nell’esercizio fisico, 29 (9), 1240-1249.Clark, Nancy (2004). Inverno e nutrizione: Esercizio fisico per il freddo scaricato da www.active.com il 26/10/2010.Wurtman, J.J. (1988). Desiderio di carboidrati, cambiamenti di umore e obesità. Journal of Clinical Psychiatry, agosto (49) Suppl 37-9.

Congratulazioni! Per la maggior parte delle future mamme, la notizia di una gravidanza è piena di eccitazione, ansia e una corsa frenetica per capire come fare tutte le cose giuste per i prossimi nove mesi in modo che alla fine nasca un bambino sano.